Escursione dall’Alpe di Siusi al Rifugio Bolzano, un castello tra i monti
Il rifugio Bolzano si trova sull’Altopiano dello Sciliar e si può raggiungere con una bellissima escursione dall’Alpe di Siusi.
Rifugio Bolzano, Altopiano dello Sciliar, Sciliar, Alpe di Siusi, Sentiero dei turisti, Escursione, Escursioni, Trekking, Dolomiti, Compaccio, Compatsch, Spitzbühl, Monte Pez, Malga Prossliner, Rifugio Saltner
1682
post-template-default,single,single-post,postid-1682,single-format-standard,bridge-core-2.4.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-22.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.3.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-9
rifugio bolzano sciliar

Escursione dall’Alpe di Siusi al Rifugio Bolzano, un castello tra i monti

Con i suoi muri in pietra e gli infissi verdi e bianchi, il rifugio Bolzano sembra proprio un castello tra le montagne. Si trova a quota 2457 m sull’Altopiano dello Sciliar e si può raggiungere con una bellissima escursione dall’Alpe di Siusi. Come tutti i castelli che si rispettino, anche il rifugio Bolzano offre una vista incantevole: sul Catinaccio e sul Latemar, fino al Sassolungo e al Sassopiatto. Alle volte, basta poco per sentirsi dei re e delle regine. Scarponi ai piedi, vi racconto di questa meravigliosa escursione al rifugio Bolzano dall’Alpe di Siusi!

Raggiungere il rifugio Bolzano da Compaccio o dalla seggiovia Spitzbühl

Dall’Alpe di Siusi abbiamo due opzioni per raggiungere il rifugio Bolzano:

  • Prendere da Compaccio (Compatsch) il sentiero 10 fino alla malga Prossliner. Continuare sul sentiero 10 fino a ricongiungersi con il “Sentiero dei turisti”.
  • Prendere la seggiovia Spitzbühl che ci permette di raggiungere in pochi minuti la Baita Spitzbühlhütte. Ci incamminiamo lungo il sentiero 5 in direzione del rifugio Saltner Hütte. Attraversiamo il ponte in legno sul torrente e proseguiamo lungo il sentiero 5, noto anche come il “Sentiero dei turisti”, che ben presto diventerà il sentiero 1.

Ci attende a questo punto la parte più faticosa dell’escursione, ma dopo avere affrontato infiniti tornanti tra i pini mughi raggiungiamo finalmente l’Altopiano dello Sciliar. Il sentiero 1 è quasi totalmente esposto al sole, per cui è bene cominciare l’escursione la mattina presto.

Una volta in quota proseguiamo lungo il sentiero 1. Incontriamo numerosi cavalli e mucche che pascolano allegramente. Al primo bivio prendiamo il sentiero 1-4 fino al rifugio Bolzano (ignorando il sentiero 4 che ci porterebbe a raggiungere i Denti di Terrarossa e il rifugio Alpe di Tires).

Dal rifugio Bolzano è possibile raggiungere la croce di vetta del Monte Pez (2563 m), il punto più elevato dell’altipiano dello Sciliar, in circa venti minuti di cammino. Dalla cima possiamo ammirare il Gruppo del Sella, le Tofane, il Civetta, la Marmolada, il Catinaccio, il Latemar, la catena dei Lagorai, l’Adamello, l’Ortles, il Cevedale, Bolzano, le Alpi Venoste, Pusteresi e Aurine.

Torniamo per il sentiero dei turisti e poi lungo il sentiero 10 fino a Compaccio.

Si tratta di un’escursione di circa 5 ore con 750 m di dislivello (circa 18 km andata e ritorno). Il percorso non presenta particolari difficoltà, ma bisogna essere abbastanza allenati per affrontare la salita del sentiero dei turisti.

Si può raggiungere Compaccio e la seggiovia Spitzbühl in auto solo fino alle ore 9:00. Da quell’ora fino alle 17:00 la strada è chiusa, ed è quindi possibile arrivare sull’Alpe di Siusi solo con la cabinovia Seiser Alm Bahn.

Fotografie © Anna Roscini | Riproduzione vietata

Nessun commento

Lascia un commento