Giro del gruppo del Sassolungo: un'escursione indimenticabile
Il Giro del gruppo del Sassolungo da Passo Sella è una delle più belle escursioni nelle Dolomiti, tra la Val Gardena e la Val di Fassa.
natura, viaggi, escursioni, green, destinazioni
1198
post-template-default,single,single-post,postid-1198,single-format-standard,bridge-core-2.4.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-22.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.3.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-9
Giro del gruppo del Sassolungo

Giro del gruppo del Sassolungo da Passo Sella: un’escursione indimenticabile

Il giro del gruppo del Sassolungo da Passo Sella è una delle più belle escursioni nelle Dolomiti.  Il gruppo del Sassolungo si trova tra la Val Gardena e la Val di Fassa. Questo trekking non presenta particolari difficoltà, se non quella relativa alla lunghezza: camminerete per circa 15 km al cospetto del massiccio del Sassolungo e del Sassopiatto e, tra paesaggi mozzafiato e sentieri indimenticabili, percorrerete circa 800 metri di dislivello. Se avrete fortuna, potrete anche fare l’incontro con qualche simpatica marmotta o qualche timida volpe.

Attenti solo a non confondere questa escursione con il giro del Sassolungo o con il giro del Sassopiatto, che potrete compiere salendo direttamente al Rifugio Toni Demetz.

Scarponcini ai piedi, cominciamo il giro del gruppo del Sassolungo!

L’itinerario: alla scoperta di ben sette rifugi dolomitici

Come abbiamo visto, il giro del gruppo del Sassolungo è sicuramente un’escursione adatta ad abili camminatori, ma anche a chi apprezza i gusti della montagna. Lungo il percorso infatti incontrerete ben sette rifugi, dove potrete rifocillarvi e riposarvi. Ecco i sette rifugi dolomitici presenti lungo il percorso: rifugio Comici, rifugio Vicenza, rifugio Sasso Piatto, rifugio Sandro Pertini, rifugio Friedrich August, rifugio Salei, rifugio Carlo Valentini. Il consiglio è quello di cominciare il nostro giro in senso antiorario: in questo modo potrete camminare all’ombra al mattino e godervi il sole nel pomeriggio sulla via del ritorno.

Una volta parcheggiata l’auto a Passo Sella, andate a destra e prendete il sentiero 526 che vi porterà ad attraversare la Città dei sassi e poi al rifugio Comici. Da qui avete diverse possibilità, potete:

  • proseguire lungo il sentiero 526 in una conca, immersi poi tra boschi di larici e pini cembri;
  • prendere il sentiero 526A che costeggia la montagna;
  • prendere il sentiero più a ridosso della parete. Io le ho provate tutte, ma questa è la mia preferita. Attenzione però perché il terreno in alcuni tratti è scivoloso e presenta residui di neve. Se prendete questa variante accertatevi di essere degli escursionisti esperti capaci di camminare lungo passaggi un po’ esposti, nevai e ghiaioni.

Continuate a sinistra sul sentiero 526 in direzione del rifugio Vicenza. Arrivati sotto il rifugio Vicenza, potete scegliere se fare una breve deviazione e raggiungerlo attraverso il sentiero 525, o proseguire il giro lungo il sentiero 527 che vi condurrà al Rifugio Sasso Piatto.

Una bella sosta sotto il Sasso Piatto e cominciamo l’ultimo tratto del percorso: il sentiero 557 Federico Augusto ci riporterà a Passo Sella. Incontrerete prima il Rifugio Sandro Pertini, poi il Rifugio Friedrich August e, infine, i rifugi Salei e Valentini. Al termine dell’escursione, vi consiglio di riposarvi sui prati e godervi la vista meravigliosa sul gruppo del Sella.

Fotografie © Anna Roscini | Riproduzione vietata

2 Commenti
  • Giorgia
    Posted at 09:06h, 25 Febbraio Rispondi

    Non ho mai fatto il giro del Sassolungo (né sapevo che toccasse sette rifugi!), ma durante una delle mie ultime vacanze all’Alpe di Siusi l’ho ammirato diverse volte da lontano ed è proprio una bella montagna 🙂 Felice di aver scoperto questo blog, è sempre un piacere curiosare fra i racconti di chi – come me – ama la natura e la vita all’aria aperta… quindi da oggi avete una nuova lettrice 😉

    • Anna Roscini
      Posted at 09:24h, 25 Febbraio Rispondi

      Ciao Giorgia, grazie sei la benvenuta e complimenti per il tuo blog 💚. Sono sempre felice di conoscere chi ha le mie stesse passioni! Pensa che è possibile raggiungere il Sasso Piatto anche dall’Alpe di Siusi. Me la segno come escursione da aggiungere al blog: un passo alla volta e piano piano racconterò di tutte le bellisime escursioni fatte nelle Dolomiti in questi anni! Buon cammino 🙂

Lascia un commento