Escursione sul Seceda da Col Raiser - In viaggio per natura
L’escursione sul Seceda da Col Raiser è una delle escursioni più belle da fare in Val Gardena, nel cuore del Parco Naturale Puez-Odle.
Seceda, Col Raiser, Santa Cristina, Val Gardena, Escursione, Parco naturale Puez-Odle, Dolomiti, Rifugio Firenze
1320
post-template-default,single,single-post,postid-1320,single-format-standard,bridge-core-2.4.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-22.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.3.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-9
escursione seceda da col raiser

Escursione sul Seceda da Col Raiser

L’escursione sul Seceda da Col Raiser è una delle escursioni più belle e panoramiche che potrete fare nelle Dolomiti. Ci troviamo in Val Gardena, nel cuore del Parco Naturale Puez-Odle. Per raggiungere la vetta del Seceda è possibile utilizzare l’impianto di risalita che parte da Ortisei, ma noi scegliamo di cominciare la nostra escursione da Santa Cristina, prendendo la cabinovia Col Raiser. Grazie alla cabinovia, che ci porterà a quota 2107 m, risparmieremo un considerevole dislivello.  Da Col Raiser il panorama è incantevole: dal Gruppo delle Odle, al Sassolungo, al Sassopiatto, fino al Gruppo del Sella e all’Alpe di Siusi. Cominciamo la nostra escursione sul Seceda!

Tutti i dettagli dell’escursione da Col Raiser al Seceda

Una volta arrivati a Col Raiser, ci incamminiamo sul sentiero 2. Al primo bivio, giriamo a destra e prendiamo il sentiero 1A in direzione di baita Daniel (2.240 m). Raggiunta la prima malga, proseguiamo verso baita Mastle sempre lungo il sentiero 1A. Dopo avere superato baita Mastle, prendiamo il sentiero 6 in direzione di baita Sofie. Gran parte del dislivello positivo è stato affrontato e vediamo di fronte a noi il Seceda in tutto il suo splendore. Siamo nel punto più alto di tutta l’escursione: ci troviamo infatti a quota 2500 m. Dopo avere ammirato il panorama dalla croce di vetta, continuiamo sul sentiero 1 in prossimità delle creste del Seceda. Al bivio, ignoriamo le indicazioni per malga Troier, e seguiamo il sentiero 2B verso la bellissima malga Pieralongia (2.297 m). Una breve sosta alla malga e proseguiamo sul sentiero 2B. Al primo bivio abbondiamo il 2B per proseguire sul sentiero 13B, che presto diventerà 13, in direzione del Rifugio Firenze (2.037 m). Dal Rifugio Firenze abbiamo due possibilità:

  • tornare alla cabinovia Col Raiser, punto di partenza della nostra escursione, tramite il sentiero 4;
  • proseguire lungo il sentiero 1 che ci riporterà a Santa Cristina, dove abbiamo lasciato l’automobile. In questo modo il dislivello totale negativo sarà di circa 1000 m, dovrete aggiungere infatti circa 500 m di discesa.

Si tratta di un’escursione ad anello di circa 10 km con un dislivello positivo di circa 400 m (se salite e scendete con la cabinovia).
Potete raggiungere la vetta del Seceda anche a piedi da Ortisei, Santa Cristina, Selva di Val Gardena oppure dal comune di Funes.

Fotografie © Anna Roscini | Riproduzione vietata

Nessun commento

Lascia un commento