Escursione alle cascate del Pach da Rotzo - In viaggio per natura
Dal centro di Rotzo è possibile raggiungere con una breve escursione le cascate del Pach, uno degli angoli più suggestivi dell’Altopiano.
Cascate Rotzo, Rotzo, Cascate del Pach, Escursioni, Escursione, Altopiano dei Sette Comuni, Trekking, Altopiano di Asiago, Cascate, Rotzo
1445
post-template-default,single,single-post,postid-1445,single-format-standard,bridge-core-2.4.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-22.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.3.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-9
cascate pach rotzo

Escursione alle cascate del Pach da Rotzo

All’estremità occidentale dell’Altopiano dei Sette Comuni, è nascosto un piccolo tesoro. Dal centro di Rotzo è possibile raggiungere con una breve escursione le cascate del Pach, uno degli angoli più suggestivi dell’Altopiano.

Addentrandoci nel bosco, ci lasciamo alle spalle i rumori della civiltà. Mentre camminiamo sotto le fronde di imponenti abeti rossi, il suono del torrente Pach si fa sempre più forte. Il nostro itinerario ci porta a scendere di circa 200 metri per arrivare ai piedi degli spumeggianti salti d’acqua.

Nelle giornate estive è possibile riposarsi in questo piccolo angolo di paradiso, ma per trovare l’acqua è meglio effettuare l’escursione in primavera, allo sciogliersi della neve. Pronti a scoprire le cascate di Rotzo?

Come raggiungere le cascate di Rotzo: un’escursione indimenticabile

È possibile cominciare l’escursione dal centro di Rotzo, partendo da via Sabaus, oppure parcheggiare direttamente al cimitero di Rotzo e lasciare qui l’automobile. Intorno a noi possiamo ammirare numerosi campi dove si coltiva la famosa patata di Rotzo, una varietà tipica dell’Altopiano. Dal parcheggio del cimitero svoltiamo a destra e superiamo il campo sportivo. Dopo il campo sportivo, svoltiamo nuovamente a destra lungo una stradina sterrata. Proseguiamo dritti in leggera discesa finché non incontriamo il cartello che ci indica di svoltare a destra nel bosco. Da qui comincia il sentiero vero e proprio.

Dopo poco raggiungeremo un bellissimo punto panoramico con una panchina: sotto di noi possiamo scorgere la bellissima Val d’Assa che ci separa dal comune di Tresché Conca. Continuiamo a camminare fino a raggiungere una suggestiva scalinata in pietra che è da percorrere con un po’ di attenzione: le pietre potrebbero risultare scivolose con l’umidità.

Dopo la scalinata, detta Stigale, proseguiamo dritti e al bivio ignoriamo le indicazioni per il sentiero delle Cenge, per seguire il sentiero delle cascate. Arriviamo al cospetto di una cengia molto particolare e proseguiamo in discesa nel tratto più ripido del percorso.

Ultimi sforzi e alla nostra sinistra scorgiamo finalmente la cascata più grande in tutta la sua bellezza. Se siete fortunati, troverete anche un piccolo arcobaleno. Non resta che rimetterci in cammino e tornare con calma per il sentiero dell’andata.

L’escursione alle cascate del Pach in breve

Si tratta di un’escursione di circa 4 km (2 km andata + 2 km ritorno). Raggiungerete le cascate del Pach in circa trenta minuti. Il consiglio è di tenere conto di 40 minuti per la salita, essendo abbastanza impegnativa. Malgrado si tratti di un’escursione breve, è infatti essenziale ricordare che non si tratta di una passeggiata. Vi troverete a dovere affrontare tratti rocciosi e un sentiero non sempre agevole. È consigliato un buon allenamento e una minima esperienza su terreni impervi.

Fotografie © Anna Roscini | Riproduzione vietata

2 Commenti
  • Carla
    Posted at 15:02h, 20 Aprile Rispondi

    Molto bella la descrizione dell’escursione e anche le foto! Frequento quelle zone più volte l’anno, a parte in questo periodo 🙁
    Spesso faccio un salto giù al Pach, anche se raramente mi è capitato di vedere una bella cascata copiosa!
    Complimenti per il tuo blog!

    • Anna Roscini
      Posted at 16:22h, 20 Aprile Rispondi

      Grazie Carla! Quanto bella è la cascata? Abbiamo avuto davvero tanta fortuna a trovare così tanta acqua! Teniamo duro dai e speriamo di potere a camminare più liberamente quando la situazione sarà migliorata! 💚

Lascia un commento