Da Passo Cereda a Malga Fossetta: una passeggiata per grandi e piccini
Da Passo Cereda comincia una bellissima passeggiata che vi porterà a raggiungere Malga Fossetta e i suoi verdi prati con le Pale del Garofolo e il Monte Palughet a fare da cornice.
Passo Cereda, Malga Fossetta, Agritur Malga Fossetta, Escursioni, Escursione, Dolomiti, Primiero, San martino di Castrozza, Fiera di Primiero, Passeggiata, Bambini, Trekking, Valle di Primiero
1669
post-template-default,single,single-post,postid-1669,single-format-standard,bridge-core-2.4.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-22.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.3.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-9
escursione a malga fossetta

Da Passo Cereda a Malga Fossetta: una passeggiata per grandi e piccini

Lo ammetto: una volta giunta a Fiera di Primiero, solitamente proseguo fino a Passo Rolle per ammirare le Pale di San Martino in tutta la loro bellezza. Non sapevo che, proprio dietro l’angolo, ci fosse una piacevole scoperta ad attendermi! Passo Cereda collega la valle del Primiero alla valle del Mis e dista solo dieci minuti da Tonadico. A nord si può ammirare il Monte Dalaibol, la parte terminale delle Pale di San Martino, mentre a sud possiamo trovare il gruppo del Cimonega.  Quali escursioni partono da questo incantevole passo di montagna? Da Passo Cereda è possibile raggiungere con una bellissima passeggiata l’Agritur Malga Fossetta. Vi consiglio di fare questa facile escursione nelle stagioni in cui la montagna è meno frequentata, così da potere assaporare tutta la tranquillità del luogo.

Come raggiungere a piedi Malga Fossetta da Passo Cereda

La nostra escursione comincia da Passo Cereda (1361 m), dove lasceremo l’auto. A Passo Cereda troviamo una bellissima chiesetta: costruita nel 1913, questa chiesa è stata dedicata, dopo la Prima guerra mondiale, a Sant’Antonio di Padova, protettore degli animali. Al tempo erano numerose le famiglie che soggiornavano nei masi e nelle malghe per portare al pascolo il bestiame.

Proprio a destra della chiesa comincia il sentiero 729-801: si tratta di un’ampia strada quasi interamente sfaltata. Malgrado ciò, il percorso si rivela molto piacevole. Il sentiero si addentra infatti fin da subito in leggera salita nel bosco. Al primo bivio scegliamo di svoltare per il 729, ignorando il sentiero 801. Gli abeti e i larici talvolta si diradano per offrirci dei bellissimi scorci sui verdi prati di Passo Cereda e sulle cime più lontane, Cima d’Oltro, Sass d’Ortiga e Croda Granda.

Continuiamo la nostra salita, tornante dopo tornante, fino ad uscire finalmente nella conca di Malga Fossetta (1556 m). Dovrete affrontare un dislivello di 180 m in pochi chilometri (2,9 km). Tenete duro negli 11 tornanti, la fatica sarà ricompensata!

Arriviamo finalmente a Malga Fossetta, che purtroppo era chiusa data la stagione, ma felici di trovare ad accoglierci il Monte Palughet e le Pale del Garofalo.

Per il ritorno seguite la strada dell’andata per un totale di 5,8 km. Contate circa un’ora e venti minuti di cammino per andare e tornare.

Il percorso non presenta alcuna difficoltà pertanto è possibile utilizzare anche il passeggino, nel caso di bambini piccoli.

Fotografie © Anna Roscini | Riproduzione vietata

Nessun commento

Lascia un commento