Camminare dietro la cascata Pericnik, nel parco nazionale del Triglav
Se siete in vacanza in Slovenia, vi consiglio di visitare la cascata di Pericnik. Si tratta una delle cascate più alte e suggestive.
cascata pericnik, Slap Peričnik, cascata Peričnik, Slovenia, Parco nazionale del Triglav, Parco nazionale del Tricorno, Triglav, Mojstrana, Slovenski planinski muzej, Museo Alpino sloveno, Kranjska Gora, Vrata, cascata
2647
post-template-default,single,single-post,postid-2647,single-format-standard,bridge-core-2.4.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-22.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.3.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-9
cascata pericnik

Camminare dietro la cascata Peričnik nel parco nazionale del Triglav in Slovenia

Vedere da vicino una cascata alta 52 m è un’emozione incredibile, camminarci dietro ancora di più. Se siete in vacanza in Slovenia e amate la natura, vi consiglio di visitare la cascata di Pericnik. Si tratta una delle cascate slovene più alte e più suggestive. Ci troviamo nel Parco nazionale del Triglav, lungo la strada che da Mojstrana porta alla valle Vrata e ai piedi del Monte Triglav. Il Monte Tricorno è la cima più alta della Slovenia e delle Alpi Gulie. Dopo avere visto la cascata Pericnik, potrete fermarvi al Museo Alpino sloveno che si trova proprio nel centro di Mojstrana, una graziosa cittadina tra Jesenice e Kranjska Gora. Pronti a scoprire con me Slap Peričnik? Si, cascata in sloveno si dice proprio Slap!

Come raggiungere la cascata di Pericnik da Mojstrana

La cascata Peričnik dista solo dieci minuti di auto da Mojstrana. Per raggiungerla basta inserire nel navigatore “Waterfall Pericnik”.

Potete scegliere di raggiungerla in alternativa in bici o a piedi con una piacevole escursione che affianca sempre il torrente Triglavska Bistrica (sono circa 5 km dal centro di Mojstrana, un’ora di cammino).

Se siete invece in auto, una volta arrivati in paese, prendete la strada Triglavska cesta 908. La strada, dapprima asfaltata, diventerà sterrata poco dopo le ultime case di Mojistrana.  Proseguite con calma fino al rifugio di Pericnik, il Koča pri Peričniku. Qui lascerete l’auto e seguirete le indicazioni per la cascata sulla destra. Già dalla strada potrete ammirare in lontananza la prima cascata. Il sentiero per la cascata comincia proprio di fronte al parcheggio (da questo punto) e si inerpica nel bosco.

Proseguite a zig zag in salita in mezzo agli alberi. Vi consiglio scarponcini da trekking e bastoncini per aiutarvi poi nella discesa. Il terreno può essere umido e scivoloso. Dopo circa quindici minuti di camminata arriverete alla prima cascata (Spodnji Peričnik), la più maestosa. Se non soffrite di vertigini e siete abituati a camminare su terreni scivolosi e instabili, con un po’ di attenzione, potrete camminare anche dietro la cascata e provare l’emozione di farvi bagnare da una delle cascate più alte della Slovenia!
Volendo, potete proseguire fino alla cascata superiore (Zgornij Slap), alta 16 metri. Si può camminare anche dietro a questa seconda cascata ma il sentiero per arrivarci è un po’ più impervio.

Che scegliate di arrivare solo alla prima o di proseguire fino alla seconda cascata, ricordate di utilizzare la massima prudenza, specie in inverno quando il sentiero potrebbe esser ghiacciato o innevato.

Di ritorno da Pericnik: visita al Slovenski planinski muzej, il Museo Alpino sloveno

Se amate la montagna, di ritorno dalla cascata Pericnik non potete non fermarvi al Slovenski planinski muzej, il Museo Alpino sloveno. Si trova proprio sulla strada per arrivare alla cascata, nel centro di Mojstrana. All’esterno potrete ammirare una serie di pannelli fotografici con delle foto meravigliose dell’ambiente montano sloveno e un vero bivacco alpino. Dopo avere visto un breve filmato sul Parco nazionale del Triglav e le bellissime esposizioni temporanee, siamo saliti al primo piano per ripercorrere la storia dell’alpinismo e del soccorso alpino sloveno attraverso documenti, oggetti, abiti e fotografie. Potrete addirittura vivere l’esperienza di un temporale in alta quota in un bivacco alpino. È stato emozionante percepire la forza della natura al buio, ma mi auguro di non trovarmi mai nella realtà ad affrontare una situazione simile in alta quota!

Se avete amato la cascata di Peričnik vi consiglio di visitare le gole di Tolmin!

Fotografie e testo © Anna Roscini | Riproduzione vietata

Nessun commento

Lascia un commento