sentiero di fiaba schio

Sentiero di fiaba: magica passeggiata nell’Altopiano del Tretto

C’era una volta un sentiero di fiaba. Un bosco così magico che conserva la storia di gnomi, streghe, fate ed esseri favolosi. Ci troviamo a Schio, nell’Altopiano del Tretto. Il sentiero di fiaba è un percorso ad anello pensato per i bambini e per tutti coloro che amano passeggiare in mezzo alla natura. Si tratta infatti di una breve passeggiata, della lunghezza di 700 m con 100 m di dislivello, ideale per chi sta cercando un’escursione semplice e senza difficoltà in provincia di Vicenza, alle pendici del Monte Novegno.

Lo Spirito del Bosco, la voce narrante di questa incantevole fiaba che vede come protagonista gnomo Fulvo, ci insegna l’importanza di proteggere e salvaguardare la natura. Lungo il percorso sono infatti presenti numerose sculture in legno che rappresentano molti dei personaggi della fiaba e rendono il Bosco delle stagioni un luogo ancora più incantato. Pronti a conoscere il segreto del bosco attraverso le 15 tappe di questo magico percorso? In marcia!

Dove si trova il sentiero di fiaba: escursione per bambini alle pendici del Novegno

Sentiero di fiaba è un progetto nato dalla collaborazione tra Associazione RestarT, Damarco e Nicoletta Asnicar, con il contributo del Comune di Schio. L’imbocco del sentiero si trova in Contrà Cerbaro. Potete quindi lasciare l’auto nel parcheggio Cerbaro poco distante dall’omonimo camping.

All’inizio del percorso vi accoglierà il pannello “Il segreto del bosco”. Si comincia quindi con la grande salita, dove avremo modo di conoscere per la prima volta gli Gnomi Silvani, tutti indaffarati per l’arrivo di Fata Propizia, con la quale avrebbero dovuto celebrare il ciclo delle stagioni. La vecchia civetta porta però un triste annuncio: la fata è scomparsa.

Inizia così la nostra avventura che ci porterà a riunirci con gli gnomi davanti alla Grande Roccia incantata, ad incontrare la Strega grigia, il Grande Albero Sacro, il bosco dei fitti alberi, Alba (la madrina delle creature del bosco), lo gnomo Zeldo, gli alberi guardiani, i tronchi gemelli e gli esseri favolosi. Non posso raccontarvi come finisce la fiaba, posso solo dirvi che l’equilibrio del bosco sarà ripristinato e che vissero tutti (o quasi) felici e contenti.

Impiegherete circa 30 minuti a fare la passeggiata. Sebbene si tratti di un sentiero adatto ai bambini, sconsiglio l’uso dei passeggini (sia per la salita iniziale impervia sia per tratti successivi poco pratici). A metà percorso i più piccoli potranno lasciare una letterina per le creature magiche del bosco nella cassetta postale degli gnomi.  

Se state cercando invece un bel trekking da fare in zona, vi consiglio l’escursione al Monte Novegno!

Fotografie e testo © Anna Roscini | Riproduzione vietata

Nessun commento

Lascia un commento