Escursione ad anello da Passo Giau alle Cinque Torri: il giro del Nuvolau
Il giro del Nuvolau: l’escursione ad anello da Passo Giau alle Cinque Torri è una delle escursioni più panoramiche delle Dolomiti bellunesi.
Giro del Nuvolau, Passo Giau, Cinque Torri, Rifugio Averau, Rifugio Nuvolau, Rifugio Cinque Torri, Rifugio Scoiattoli, Dolomiti Bellunesi, Dolomiti Ampezzane, Dolomiti, Trekking, Escursione, hiking
2390
post-template-default,single,single-post,postid-2390,single-format-standard,bridge-core-2.4.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-22.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.3.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-9
escursione da passo giau a cinque torri

Escursione ad anello da Passo Giau alle Cinque Torri: il giro del Nuvolau

L’escursione ad anello da Passo Giau alle Cinque Torri è senz’altro una tra le escursioni più panoramiche nelle Dolomiti bellunesi. Da Passo Giau (2236 m) potrete camminare tutto intorno al Nuvolau e raggiungere, grazie a questo magnifico giro, ben tre rifugi: il rifugio Cinque Torri, il rifugio Scoiattoli e il rifugio Averau. Una volta arrivati al rifugio Averau, se non siete stanchi, potete anche proseguire fino al rifugio Nuvolau. Se avete amato il giro del Gruppo del Sassolungo e il giro del Sass de Putia, questa bellissima escursione ad anello da Passo Giau non vi deluderà!

Da Passo Giau al rifugio Cinque Torri e al rifugio Scoiattoli: la prima parte dell’escursione

Una volta lasciata l’auto a Passo Giau, ci incamminiamo lungo il sentiero 452 dietro l’hotel-ristorante Passo Giau per poi svoltare a destra a quota 2.244 m per il sentiero 443. Attraversiamo una sorta di città di roccia e ammiriamo a destra Mondeval e la Croda da Lago. II sentiero si fa via via più impegnativo e stretto tra gradoni, vari saliscendi fino alla salita finale che ci porta alle Crepe dei Ronde. Questo tratto è un po’ esposto e potrebbe dare problemi a chi soffre di vertigini. Una volta arrivati in cima riposiamo e proseguiamo a destra lungo il sentiero 443 che ci porterà al rifugio Cinque Torri (2137 m). È passata circa un’ora e quaranta dalla partenza. Dal rifugio Cinque Torri seguiamo il sentiero 439 in direzione del rifugio Scoiattoli (2255 m) che raggiungiamo in circa 20 minuti di cammino. Di fronte a noi possiamo ammirare la Tofana de Rozes e a destra le Cinque Torri in tutta la loro bellezza.

Dal rifugio Scoiattoli al rifugio Averau e il ritorno a passo Giau: la seconda parte dell’escursione

Continuiamo sul sentiero 439 e dopo circa 30 minuti di cammino arriveremo al rifugio Averau (2413 m) ai piedi della forcella Nuvolau. Qui potete scegliere se salire o meno al rifugio Nuvolau (2575 m): nel caso saliste, dovrete aggiungere un’ora di cammino (lungo il sentiero 439) alla vostra escursione. Dal rifugio Averau proseguiamo in discesa lungo la strada bianca n. 464 fino ad incrociare, dopo circa mezz’ora di cammino, a sinistra il sentiero 452. Dopo una prima ripida e impegnativa salita sul ghiaione il sentiero si fa meno erto ed esposto. In lontananza possiamo ammirare le Pale di San Martino, la Marmolada e il Gruppo del Sella. Raggiungiamo così facilmente Passo Giau in circa un’ora.

Il giro del Nuvolau: l’escursione in breve

Si tratta di un’escursione di media difficoltà di 11 km con circa 550 m di dislivello positivo, adatta solo ad escursionisti esperti. Ci impiegherete circa 4 ore (se volete fare anche il rifugio Nuvolau invece 5 ore) per completare l’escursione (pause escluse). Sebbene il sentiero dal rifugio Cinque Torri al rifugio Averau non presenti particolari difficoltà, ci sono alcuni tratti in prossimità delle Crepe dei Ronde e lungo i Maserei de Pieza che richiedono un passo sicuro su ghiaione, terreno sdrucciolevole, rocce scivolose e sentiero esposto.

Fotografie e testo © Anna Roscini | Riproduzione vietata

Nessun commento

Lascia un commento